Menu

Ensemble

Siamo molto felici di partecipare al progetto Ensemble, insieme a Sensacional, Folias cooperativa sociale e Asinitas.

Ensemble è un progetto che mira a fornire un percorso di orientamento personale, formazione professionale e sostegno lavorativo a donne in cerca di prima occupazione o fuoriuscite dal mercato del lavoro, molto spesso a causa di una gravidanza.

In questi anni di profonda crisi economico-sociale, i quartieri romani di Torpignattara, Centocelle e Pigneto, zone popolari “marginali” della città e cresciute senza un piano regolatore, caratterizzate dall’alta percentuale di residenti immigrati e di fenomeni di criminalità, hanno assistito impotenti al decadimento del sistema economico locale con la chiusura di numerose attività commerciali e la conseguente estinzione di figure lavorative tradizionali e/o specializzate. Il disagio sociale che la crisi economica ha portato con sé ha colpito in particolar modo le donne, costrette, il più delle volte, a scegliere tra opportunità di crescita professionale e sostegno alle proprie famiglie. Come se ciò non bastasse, lo Stato non riesce più ad offrire adeguati servizi di sostegno alla persona e ciò lascia le fasce più deboli della popolazione in balia di se stesse: il più delle volte, sono le donne a prendersi sulle spalle la famiglia, inventandosi qualsiasi soluzione pur di dar da mangiare ai propri figli e mantenere unito il nido familiare: questo progetto vuole proprio dare un’opportunità nuova a chi ha la voglia di coglierla ed ispirare un cambiamento positivo nella società, partendo da azioni concrete ed efficaci, utili per tutta la comunità.

La scarsa partecipazione delle donne alla costruzione della società porta con sé danni gravi, sia in termini sociali, che economici, i quali generano una spirale viziosa che il progetto mira a invertire: difatti, si intende rafforzare la consapevolezza del potere delle donne, fornendo loro un percorso di orientamento, formazione e sostegno specialmente alle donne-madri e a quelle in cerca di prima occupazione o fuoriuscite dal mercato del lavoro. Non si penserà però solo al bene delle donne, al loro recupero emotivo e professionale, ma anche a quello dei loro cari e della comunità che le accoglie: difatti, nel progetto ci si prenderà cura anche dei figli delle donne coinvolte a tempo pieno nelle attività, tramite azioni dedicate, con il fine di permettere alle partecipanti al progetto di focalizzarsi al 100% nel raggiungimento dei propri obiettivi, ma soprattutto per creare nuovi momenti di aggregazione per i bimbi del quartiere, rompendo le divisioni dovute all’etnia o all’estrazione sociale. Infine, ci si prenderà cura del benessere dell’intera comunità, organizzando momenti pubblici di aggiornamento delle attività e di diffusione dei risultati del progetto, ma anche eventi ludici e di intrattenimento aperti a tutti.

Al momento è partito un prototipo del progetto, che coinvolge 12 donne in percorsi di orientamento e lavoro e prevede la realizzazione di 3 borse lavoro. Seguiteci per gli aggiornamenti!